[Cinquanta Sfumature di Bianco]
Scritto da Elena il 24 November 2014 / 0 COMMENTI
Quanto costa sposarsi?

Quanto costa sposarsi? È la “Domanda delle Domande” che chi organizza i matrimoni si sente fare più spesso, ma è anche quella a cui è più difficile rispondere!

Comprensibilmente, per chi non ha avuto precedenti matrimoni né amici o parenti stretti che si sono sposati di recente, è difficile immaginare l’ammontare delle spese dei vari servizi.

Cercherò  – con i miei soliti elenchi – di aiutarvi a orientarvi un po’ e capire quanto costa sposarsi.

Primo suggerimento: compilate un elenco in ordine di priorità, iniziando con i servizi ai quali non volete rinunciare e scendendo fino a quelli meno importanti. In questa fase sarebbe opportuno lavorare in coppia: probabilmente LUI metterà al primo posto l’american bar con i cocktail shakerati a vista, mentre LEI metterà fiori, candele e un abito da sogno. Prendetevi tutto il tempo per giungere  a un accordo e considerate questa contrattazione una palestra di vita matrimoniale: sarà la prima di una lunga serie!

dj

Fatto questo, fissate un budget che sommi alle vostre disponibilità una stima verosimile di quanto potete attendervi in regalo dai vostri invitati. Ovviamente, il valore degli articoli della lista nozze, seppur necessari e graditi,  non è da includere in questo conteggio. A questo punto, nel modo più diplomatico possibile, dovreste chiedere ai vostri genitori se intendono contribuire alle spese del matrimonio e in quale misura. Raggiunta una cifra approssimativa, potete iniziare a ripartirla sulle voci del precedente elenco.

Ma poiché senza alcuna precedente esperienza si ritorna al punto di partenza, per darvi un’idea dei costi ho pensato di procedere al contrario: fissato un tetto di spesa – appunto la vostra disponibilità senza dovervi indebitare né vendere organi del vostro corpo – vediamo cosa ci si può realizzare e quanto costa sposarsi

Stabiliamo come unità di misura un ricevimento con 100 invitati e non consideriamo gli abiti degli sposi e neppure il viaggio di nozze, poichè soggetti a enormi variazioni. Attenzione, però! Il range medio di importi ha come riferimento la zona geografica in cui lavoro (Reggio Emilia, Modena e Carpi), ma quanto costa sposarsi potrebbe essere molto diverso in altre regioni.

Veniamo ai numeri di quanto costa sposarsi

Con 12.000/15.000 €: ricevimento in agriturismo (5000/6000€), torta a un piano (300€), partecipazioni in cartoncino semplice (100 /150€), cerimonia in chiesa con coro parrocchiale (300€) e fiori di stagione da riciclare al ricevimento (1000/1200€), servizio fotografico solo per le riprese -potete occuparvi voi dell’album- (800/1000€), dj professionista (400/500€), Wedding Planner come consulente e coordinatore di progetto(600/800€), confettata senza bomboniere (400€), tableau de mariage semplice (100€)

Con 15.000/20.000 €: affitto di villa non troppo dispendiosa (1500/2000€), catering di qualità ma semplice (7000/7500€),  torta a un piano (300€), duo professionista per la musica in chiesa (400€), partecipazioni su carta pregiata (150/200€), scelta più ampia di fiori di stagione (1500/2000€), servizio fotografico completo con un solo fotografo (1200/1500€), dj professionista (400/500€), Wedding Planner per consulenza e presente il giorno del matrimonio (900/1200€), confettata con sacchetto o scatola più pregiati (500/600€), tableau e allestimenti ricercati (300€)

torta 3

Con 20.000/25.000 €: affitto villa elegante ed esclusiva (2500/3500€), catering con soluzioni raffinate e d’effetto (8500/10000€), torta  a tre piani (500/700€), soluzioni floreali con vasi in vetro, candele, petali, lanterne appese (2200/2500 €), servizio completo di due fotografi (2200/2500€), partecipazioni con stampa in rilievo o a caldo anche sulla busta (400-500€), trucco e parrucco sposa (250€), cerimonia con ensemble di musicisti professionisti (800/1000€), gruppo dal vivo per il ricevimento (1000/1500€), luci architetturali (300€), assistenza durante i preparativi e presenza di due Wedding Planner tutto il giorno (2500 €), bomboniere/segnaposto (500€), confettata con macarons (400 €), noleggio auto (300/500€), fuochi d’artificio (600/800€).

mani con fedi N&C

Oltre i 25.000 € (perché a trovare il modo di spendere di più non c’è mai problema… ) la vera differenza è la qualità del catering, la scelta della location, l’aggiunta del video, i servizi accessori che si vogliono regalare agli invitati (pullman, notti in albergo, cadeaux oltre le bomboniere, angolo sigari e rum…) e il grado di personalizzazione di ogni cosa.

Riassumendo, per un matrimonio in villa, per 100 persone, considerate non meno di 180 € ad invitato. Con più invitati certe cifre si ammortizzano e la spesa per invitato può diminuire.

Un’altra informazione di cui dovete tenere conto è relativa alla tempistica dei pagamenti: considerate un 30% di acconti al momento della firma dei contratti e il saldo la settimana prima del matrimonio, ad eccezione del fotografo, che salderete al momento della consegna dell’album.

Vi siete fatti un’idea? Siete ancora intenzionati a sposarvi? Per vostra fortuna, esistono i Wedding Planner che tra i loro compiti hanno anche quello di gestire preventivi, acconti e pagamenti e tenere per vostro conto una contabilità ordinata e trasparente.

Hai capito che da solo non ce la puoi fare?

CONTATTACI!

 

Tags: , , ,

Commenti

I commenti sono chiusi.